La Regione Liguria è fortemente impegnata nel sostegno del comparto agroalimentare attraverso la promozione e la valorizzazione delle produzioni tipiche e di qualità.

Terra stretta tra le montagne e il mare, non elargisce in quantità, ma in qualità, custode gelosa di bellezze naturali e culturali, di un patrimonio agricolo e gastronomico connesso con le peculiarità del territorio di origine.

Una biodiversità che, dal campo, si trasferisce alla tavola, nei piatti della tradizione marinara e contadina, una ricchezza che va tutelata perché rischia di scomparire dal vissuto del nostro territorio, in quanto costantemente erosa dall’appiattimento e dalla globalizzazione del gusto.

Tra le eccellenze, la Liguria offre 19 DOP e IGP di cui circa la metà “proteggono” la produzione vitivinicola: viti a picco sul mare da cui derivano vini bianchi, rossi e passiti di grande qualità.

Protagonista indiscusso è il Basilico genovese DOP che insieme a pinoli, olio, aglio, grana, pecorino e sale dà vita al Pesto di fama internazionale.

Impossibile pensare alla Liguria senza parlare di ulivi, uliveti, olio, dal colore chiaro e delicato, anch’esso menzionato dalla Denominazione di Origine Protetta e al mare che offre ottimi e pregiati pesci: molluschi, mitili, crostacei e naturalmente pesce azzurro. Le acciughe sotto sale, la cui tecnica di conservazione risale all’epoca medioevale, hanno ottenuto il marchio IGP nel 2008.

L’accoglienza turistica si affianca alla tradizionale coltivazione della terra ed offre agli agricoltori la possibilità di diversificare e integrare il proprio lavoro con attività didattiche e divulgative nel campo dell’educazione alimentare, contribuendo a formare individui sempre più sensibili ai ritmi “naturali” della terra. experienceliguria.agenziainliguria.com

Ne è testimonianza un progetto europeo, TerrAgir3, del programma Italia-Francia Marittimo, una sinergia fra istituzioni, imprese e operatori che promuovono il territorio, creando una vera e propria rete di aziende del turismo esperienziale, per proporre un’accoglienza speciale, dedicata a chi vuole vivere attivamente la Liguria, trasformandosi da semplici turisti a protagonisti; imparando a raccogliere per es. le olive, fare il pesto, ricostruire i preziosi muretti a secco, conservare le acciughe sotto sale e molto altro ancora su www.lamialiguria.it

Una menzione d’obbligo va all’ortofrutticoltura, orientata verso colture tipiche e di qualità, come il pomodoro cuore di bue, il carciofo spinoso, l’asparago violetto di Albenga, gli agrumi, le albicocche e, nelle zone più interne, le patate. La Liguria è inoltre nota per il florovivaismo, che altre ad offrire fiori, piante grasse, allieta il palato con le piante aromatiche e i fiori eduli, donando colore e poesia alla cucina ligure da sempre famosa per le essenze, gli sciroppi di lavanda e i petali di rosa.

Info:

Regione Liguria, Piazza De Ferrari 1 Genova

Liguria International scpa, Via XX Settembre 42 Genova

Info

Piazza De Ferrari 1
16121 GENOVA (GE)
Italia

Ultima modifica: 06 Dic 2021
I contenuti di questa pagina sono inseriti direttamente dal produttore, Slow Food declina responsabilità su contenuti in appropriati. Segnala pagina