In Sudafrica la produzione di formaggi è attestata da secoli, ma in genere si tratta di riletture di tipologie europee. Fino a pochi decenni fa, le più diffuse erano il cheddar e il gouda e il formaggio rappresentava una minima fetta del mercato agroalimentare. A partire dagli anni ’90, però, sono nate numerose aziende, piccole e grandi, che hanno aumentato il volume della produzione nazionale, diversificato l’offerta e migliorato la qualità. Negli ultimi 15 anni il consumo medio pro capite è raddoppiato; nei negozi, è possibile trovare un numero sempre crescente di tipologie; e da alcuni anni esistono concorsi ed eventi dedicati ai formaggi. Tuttavia, il mercato è dominato da grandi industrie del settore lattiero-caseario e da catene di distribuzione, nazionali e internazionali, mentre i prodotti artigianali sono pochi e ancora meno i formaggi a latte crudo. Per difenderli e valorizzarli, è nato un Presidio.

I produttori del Presidio sono una decina e lavorano esclusivamente il latte crudo, ma non solo: la loro abilità è di saper adattare i modelli europei cui fanno riferimento alle materie prime di cui dispongono e alle condizioni ambientali in cui lavorano, valorizzando, con i propri prodotti, le specificità dei terroir. La varietà dei loro formaggi riflette quindi le profonde differenze pedoclimatiche delle regioni sudafricane: dalla provincia del Capo, con il suo paesaggio quasi mediterraneo, all’arido Karoo, ai distretti nord-orientali dal clima subtropicale.

Così, formaggi come il Karoo crumble, il Ganzvlei vastrap, il Ficksburger e l’Healey’s cheddar offrono caratteristiche peculiari che li differenziano profondamente e che raccontano i luoghi di produzione, i pascoli, la passione e la storia dei produttori. Il karoo crumble, ad esempio, è prodotto nella regione semidesertica del Karoo e presenta note di fieno, nocciola ed erbe aromatiche; il ganzvlei vastrap, dal colore giallo acceso, è prodotto in una zona poco distante dall’oceano caratterizzata da abbondanti precipitazioni e ha un sapore morbido, con note gradevolmente amare delle erbe e dei fiori di macchia.

Contatti

TEL: +27 11 888 5384

Info

3rd Avenue, 71A 7th St, Linden,
2194 Johannesburg (South Africa )
Sudafrica

Grazie al lavoro della rete Slow Food in Sudafrica, è stato identificato un piccolo numero di produttori, che trasformano solo latte crudo (ricavato da animali propri o da allevatori della zona), applicano pratiche di allevamento attente al benessere degli animali, si limitano a una produzione di piccola scala rispettosa dell’ambiente, della cultura e delle tradizioni locali, e, soprattutto, fanno formaggi di grande qualità.

Il Presidio è nato per sostenere questi casari che, oggi, stanno gettando le basi per quella che potrebbe diventare la tradizione sudafricana dei formaggi artigianali. Il progetto, inoltre, contribuiraà a far conoscere ai consumatori nazionali i pregi dei formaggi prodotti con latte non pastorizzato e ai consumatori internazionali l’esistenza e l’importanza della realtà casearia sudafricana.

Area di produzione
Tutto il Sudafrica

Ultima modifica: 07 Dic 2021
I contenuti di questa pagina sono inseriti direttamente dal produttore, Slow Food declina responsabilità su contenuti in appropriati. Segnala pagina