L’azienda agricola montana Luigi Faleschini si trova a 700 metri di altitudine, nella vallata alpina friulana della Valcanale, terra dei “tre confini” (Austria, Slovenia e Italia) in comune di Malborghetto-Valbruna (UD).

Dal 1990, anno di inizio dell’attività, si coltivano con passione i terreni fertili, da tarda primavera all’autunno, per la produzione di ortaggi, frutti antichi e piccoli frutti, con metodi biologici controllati e certificati. In tunnel freddi si coltivano le colture più esigenti in termini di calore, utilizzando soltanto la luce solare come fonte naturale di riscaldamento.

Concimazioni organiche, rotazioni colturali con varie famiglie botaniche, scerbature meccaniche e manuali, l’utilizzo di prodotti di origine naturale per il controllo dei principali parassiti e malattie, sovesci di essenze miste per migliorare la fertilità del suolo, sono gli strumenti utilizzati in azienda per la produzione biologica dei prodotti ortofrutticoli, nel rispetto dell’ambiente e del ricco ecosistema circostante.

Il raccolto stagionale si utilizza nel laboratorio alimentare dell’azienda, situato a Pontebba (UD) per la realizzazione di vari prodotti come composte, conserve, sciroppi, sott’olii e agrodolci, creme dolci e salate, praticamente a chilometro zero.

Nei prati stabili e nelle radure della Valcanale crescono spontaneamente diverse erbe “alimurgiche”, ottime per l’utilizzo culinario. Queste erbe selvatiche sono raccolte manualmente e trasformate anch’esse in preparazioni alimentari quali creme vegetali, sott’olii e agrodolci. Tra le erbe di montagna da raccolta spontanea che si trasformano nell’azienda è presente l’aglio orsino (Allium orsinum), l’aglio di monte (Allium victorialis), il tarassaco (Taraxacum officinale), il silene o sclopit (Silene vulgaris), come è chiamato in regione, e il Radìc di mont (Cicerbita alpina), celebre Presidio Slow-Food tipico della montagna friulana.

Contatti

TEL: +39 328 7633563

Info

VIA ZARDINI, 15
33016 PONTEBBA (UD)
Italia
radìc di mont

Leggi tutto

  • L’aglio di monte (Allium victorialis) e il tarassaco (Taraxacum officinale)

Queste erbe alimurgiche vengono raccolte spontaneamente in prati e pascoli, ambienti di boscaglia, ai margini degli appezzamenti aziendali e in terreni non contaminati da concimi chimici e agrofarmaci. La raccolta è spesso lunga e laboriosa, così come il lavoro di pulizia e selezione manuale. Le erbe vengono conservate artigianalmente: i germogli di aglio di monte, una volta lavati, mondati e tagliati vengono scottati e acidificati, per garantire una sicura conservazione, in una miscela di aceto di mela, succo di mela, sciroppo d’agave e olio extra vergine di oliva. I germogli di tarassaco, una volta scottati e acidificati, vengono confezionati in olio extra vergine di oliva.

  • Il Radicchio di montagna – Presidio Slow-Food

Il Radìc di Mont (Cicerbita alpina o Lactuca alpina) è una specie selvatica che cresce spontaneamente nei mesi tardo primaverili sui ripidi pendii montani in alta quota, in ambienti umidi principalmente di boscaglia rada, quali valli e canaloni dove la neve permane fino a tarda stagione. La raccolta, che non dura più di 20 giorni, avviene unicamente a mano per non rovinare i tenerissimi germogli, colti uno a uno. Terminata la raccolta si passa alla trasformazione dei germogli, con la produzione di conserve sott’olio e in agrodolce.

La fase più laboriosa consiste nella pulitura e pelatura di ogni singolo getto che ha lo scopo di eliminare eventuali residui terrosi presenti; i germogli sono poi scottati e acidificati attraverso una miscela di ingredienti tradizionali a base di aceto e spezie selezionate. Anche la fase di riempimento dei vasetti di vetro è manuale, poiché è necessario sistemare i germogli (ai quali viene aggiunto dell’olio extra vergine di oliva di origine Friulana) nel modo più ordinato possibile per assicurare una perfetta conservazione.
La resa del prodotto a trasformazione ultimata è piuttosto esigua e difficilmente supera il 40%, ma il risultato di tanta fatica appaga certamente i palati dei consumatori più attenti ed esigenti ai prodotti a base di erbe selvatiche.

All’assaggio, il Radìc di Mont ricorda marcatamente i profumi delle erbe di montagna e dei prati appena tagliati dopo la fienagione: ha un leggero retrogusto amarognolo ed è piacevolmente croccante.
Come da tradizione, il Radìc di Mont nella versione agrodolce e sott’olio, è un ottimo accompagnamento per i salumi friulani, come il prosciutto crudo, insaccati di selvaggina leggermente affumicati e carne salada; si sposa ottimamente con formaggi a pasta molle, come ricottine di malga, accompagnati da una tradizionale polenta.
I germogli crudi di Radìc di Mont possono essere anche utilizzati per la preparazione di risotti, pasticci o nel ripieno di ravioli di erbe selvatiche.

  • La Ratatuia di verdure estive BIO

Questi antipasto di verdure sott’olio extra vergine di oliva viene realizzato con le verdure aziendali del periodo estivo, come peperoni, melanzane, zucchine, cipolla e pomodorini, che raccolte freschissime, al giusto grado di maturazione in pianta, vengono mondate, tagliate e scottate in una miscela tradizionale. Alle verdure vengono aggiunti capperi, olive nere e spezie sapientemente selezionate. La Ratatuia si presta a essere utilizzata come antipasto per salumi e formaggi, per condire una pasta, gnocchi o bruschette.

  • La confettura extra di lampone, rabarbaro e menta BIO

Questa confettura extra di frutta unisce al suo interno sapori di frutti tipici del territorio montano e coltivati in azienda. La dolcezza del lampone bene si sposa con l’aroma caratteristico del rabarbaro, e la menta contribuisce a dare al prodotto una gradevole nota di freschezza. Questa confettura è ideale per la colazione mattutina, per lo yogurt bianco o per la preparazione di dolci. È possibile abbinarla anche a formaggi come il friulano Formadi Frant e latteria di monte Çuç di Mont.

I prodotti di
AZIENDA AGRICOLA FALESCHINI LUIGI

Esplora tutti i nostri prodotti su Foodscovery, lo spazio dedicato all'e-commerce

In un piccolo laboratorio alimentare di proprietà aziendale, a pochi chilometri dai terreni dall’azienda agricola, si producono conserve vegetali, quali verdure sott’olio, in agrodolce, creme vegetali, confetture, sciroppi e succhi di frutta. L’obiettivo è fornire al cliente un prodotto raccolto e realizzato a km 0, applicando una logica di filiera corta.

La scelta accurata e mirata delle materie prime, degli ingredienti di lavorazione e dei propri fornitori, la continua ricerca in loco di vecchie ricette con la successiva rielaborazione e creazione di nuove preparazioni, nel rispetto della tradizione popolare contadina, sono le finalità che l’azienda intende perseguire per raggiungere i più alti livelli qualitativi, appagando le attese dei consumatori più esigenti.

Il proprio marchio aziendale Savors di cjase (Sapori di casa) rappresenta il recupero di tradizioni culinarie popolari frutto di uno studio attento delle ricette e degli ingredienti con cui sono realizzate queste conserve vegetali.

Ultima modifica: 30 Nov 2021
I contenuti di questa pagina sono inseriti direttamente dal produttore, Slow Food declina responsabilità su contenuti in appropriati. Segnala pagina